fbpx

La pizza al trancio: la tradizione incontra l’innovazione

Una ricetta semplice, con pochi ingredienti base, ma di una qualità eccelsa. Questo è il segreto di una pizza al trancio perfetta. Da non confondere con la pizza al taglio, che è solitamente più bassa, si presenta alta e morbida. La sua peculiarità sta nella ridotta quantità di pomodoro, compensata da abbondante mozzarella.

Il successo della pizza al trancio sta nella cura con la quale viene preparata. Gli impasti vengono preparati con farine selezionate e vengono lavorati con abilità, fino alla cottura in forno a legna in teglie di metallo lavorate a mano. Altra qualità sta nella ricerca di ingredienti di altissima qualità per conferire al prodotto la sua unicità.

Una ricerca continua di ingredienti freschi, stagionali ed esclusivi che possano combinarsi creando nuovi abbinamenti. La pizza del giorno è il momento in cui si sperimenta, in cui vengono accostati tra di loro ingredienti speciali e gusti particolari e innovativi.

Ad oggi, sono in pochi quelli che osano sperimentarne gusti innovativi ed azzardati, la classica resta sempre la margherita. Ma per stare al passo con i tempi, bisogna sapersi adattare alle nuove esigenze, creando sapori inediti e giocando con essi.

L’obiettivo di una buona pizza al trancio è quello di offrire a chi la degusta la qualità di materie prime eccellenti che rispettino una tradizione locale, ma con un occhio verso il futuro, dove poter confrontarsi con nuove tecniche ed accostamenti. Il tutto su un soffice impasto che vorresti non finisse mai.

La pizza al trancio sa accontentare tutti, grandi e piccini, grazie alla sua versatilità. Su una base di ottima qualità, è più semplice creare nuovi sapori accostando ingredienti scelti con cura e ricercatezza.

Come tutte le usanze che si rispettino, anche la pizza al trancio ha rischiato di scomparire dalle tavole degli italiani a causa dell’avvento di novità apparentemente più interessanti. È riuscita a riprendere le redini evitando l’estinzione.

Leave a reply